il libro sul comodino: elogio dell’audiobook

audiolibro-mon-amour_graficasapevo sin dall’inizio che non avrei avuto la costanza necessaria per gestire una rubrica settimanale.

sì, l’idea era accattivante e io mi sono lasciata subito prendere dall’entusiasmo dell’appuntamento fisso, ma poi tra una cosa e un’altra finisce sempre che rimando la stesura del post e intanto i libri mi si accavallano creandomi un blocco da selezione che si trascina fiacco giustificando ulteriori posticipi.

e quindi niente...il libro sul comodino non sparisce ma diventa una rubrica incostante e inaffidabile, tanto quanto la persona che se ne occupa.

120611010642-AEDA_giugno_mese_audiolibroin questi ultimi due mesi ho letto molti bei libri e molti altri son pronti ad uscire dalla lista d’attesa, ma non è di un titolo in particolare che voglio parlare oggi.

oggi vi voglio parlare di una categoria.

da lettrice fanatica e intransigente quale sono sempre stata, io gli audiolibri li ho sempre disprezzati.

avendo la puzza intellettualistica sotto il naso, li consideravo roba per signore pigre e ignoranti che pur di vantare dei best seller nel curriculum si sprecavano a dedicare qualche attimo all’ascolto.

maxresdefaultun primo dubbio sulla validità dei miei pregiudizi mi era venuto già nel lontano ‘novantasette, quando a Radio Rai Baricco lesse Furore di Steinbeck.
per me, che lo ascoltavo nel buio e nella solitudine, fu un’esperienza mistica che ancora ricordo con piacere.
ma lì si trattava di una diretta e la lettura aveva un sapore tutto particolare che ho non mai più ritrovato.

81QyWuAhWUL71sIWUltkvLora però che sono grande e che mi son tolta di dosso un sacco di pregiudizi stupidi, di questi famigerati audiolibri sono diventata una grande fan.

avendo decisamente meno tempo per leggere mi vedo costretta a scegliere bene i testi a cui dedicarmi anima e cuore e così finisco col perdermi un sacco di altri libri che mi incuriosiscono ma che per questioni pratiche finiscono in seconda linea nella famosa lista d’attesa.

il-ballo_794839dickinson_mezzogiorno_emons-752x510o meglio, così era fino a quando non mi sono decisa ad alzare il volume del mio lettore mp3.

già perchè la musica e la radio mi piacciono tantissimo ma spesso ho bisogno di qualcosa che mi scaldi i pensieri e così ho preso questa sana abitudine di ascoltare persone famose che leggono per me.

posso farlo mentre cucino, mentre sbrigo le faccende e soprattutto la sera, quando tutti sono andati a letto e io mi attardo sul divano a fare la maglia.

inutile dire che l’atmosfera che si crea è magica.

land-rover-emons-audiolibri-insieme-per-la-cultura-ogni-strada-ha-una-storia-da-raccontare-lr_immagine_ragazza-con-orecchino-di-perlai titoli a disposizione sono tantissimi.
il costo è più o meno quello di un libro cartaceo ed esistono sia le versioni mp3, che si scaricano da internet, che quelle su cd che si comprano in libreria.
ovviamente molto si trova anche gratuitamente ma si tratta per lo più dei grandi classici che non sempre si rivelano il sottofondo migliore per i lavoretti della sera ;).

questo post è dedicato a FrancaRita che vorrebbe leggere di più ma anche continuare a fare le mille cose che fa, ringraziandola di cuore per tutte le cose belle che mi insegna.

buone letture e buon ascolto !

Annunci

4 thoughts on “il libro sul comodino: elogio dell’audiobook

  1. Quando ho letto tutto il post mi sono commossa e ti ringrazio tantissimo …ma poi ho riso…..riso così tanto (proprio come faceva la “iatta di san Giovanni”) Ma quante ,quante cose sai !!! nella mia casa, in famiglia io sono un po’ la pecora nera e in queste tue righe ” da lettrice fanatica e intransigente quale sono sempre stata, io gli audiolibri li ho sempre disprezzati.
    avendo la puzza intellettualistica sotto il naso, li consideravo roba per signore pigre e ignoranti che pur di vantare dei best seller nel curriculum si sprecavano a dedicare qualche attimo all’ascolto.” io mi sono riconosciuta più nella seconda parte mentre tutto il resto della famiglia nella prima parte, come in modo simpatico ti sei definita tu. I figli in particolare mi dicono…tu mamma vivi in un mondo tutto tuo di lavoro , sogni e ricordi …Sul mio comodino ora c’è ..A sangue freddo.. di Truman Capote (mi piace come descrive i luoghi ….)e i pionieri del Salto di Fondi (storie vissute e raccontate delle nostre campagne e palude.) Mi procurerò quanto prima un audiolibro mi hai davvero trasmesso tanta curiosità . Mi è piaciuto molto anche come mi hai risposto nel post precedente…. e già… ricordati però che io ho 62 anni, le mie coetanee più o meno già sono nonne e mi dicono che è bellissimo. Io ancora ho speranza….ma mi sa che per me “ilcasoesiste”
    Anche io alla tua età mi godevo i ragazzi proprio come dici tu è bellissimo………e ancora anche a 50 e …un po’ di 60 ma poi…..Sei tu una persona speciale ……Un Abbraccio
    P.S. La ragazza con l’orecchino di perla è un po’ che è uscito mi pare di aver visto il film. Di nuovo un abbraccio!!!

    • vedrai che ascoltare un libro mentre fai la maglia ti piacerà tantissimo !
      ho scoperto che ce ne sono anche caricati su you tube e se hai una smart tv ti puoi collegare e ascoltarli da lì !
      un abbraccio grande grande

  2. A me gli audiolibri piacciono un sacco, ora è un po’ che non li ascolto ma quando mi faccio le mie camminate solitarie me li infilo nelle orecchie e mi sembra di andare ancora più lontano!!! Tra l’altro li riascolto stile musica un’infinità di volte, soprattutto “piccole Donne”!!! 😉
    Bacioooo ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...