il libro sul comodino: “Maschio bianco etero” di John Niven

coverdi John Niven avevo già parlato qui.

il suo primo libro è stato uno dei più belli che ho letto negli ultimi anni e quando ho visto che ne era uscito un altro l’ho comprato senza starmi troppo ad interrogare sulla trama e i contenuti.

Niven_John_Gott_Bewahre_Heyne_FensterbankNiven ha uno stile così particolare che da solo basta a fare un romanzo e anche questa volta non mi ha delusa.

la storia è quella di Kennedy Marr, sceneggiatore ricco e arrogante, approdato negli States sull’onda del suo strepitoso successo.
alle spalle si è lasciato una figlia, un matrimonio fallito e una madre malata.
sull’orlo del fallimento economico si vedrà costretto ad accettare un incarico da insegnante proprio nel paese dove è cresciuto e dove dovrà fare i conti con le mancanze del suo passato.

Kennedy è una carogna patentata.
un uomo dedito ad eccessi di ogni tipo.
è egoista, maschilista, presuntuoso, detestabile e tutto il peggio che vi viene in mente…ma non so come, finisce per rubare il cuore del lettore.

John-Niven-2dev’essere la bravura di Niven nel mostrarci lentamente le sue fragilità e le sue paure,
nello svelarci un passato non proprio invidiabile,
fatto sta che si inizia odiandolo e si finisce parteggiando clamorosamente per lui.

9780099592150nonostante qualche lacrima da trattenere, si tratta soprattutto di un libro comico,
caratterizzato però da un umorismo a volte parecchio scurrile e da un linguaggio estremamente esplicito.

ammetto che inizialmente può persino dare fastidio, ma una volta entrati nella storia il tutto diventa una sorta di ritmo narrativo e si finisce per apprezzarne le incredibili evoluzioni.

447495300_640insomma io per ‘sto Niven ho proprio una cotta e credo di potergli perdonare tutto, anche gli eccessi.

buon fine settimana

Annunci

il libro sul comodino: “a volte ritorno” di John Niven

coverchi sia questo John Niven non lo so mica tanto bene.

ma questo poco importa.

di sicuro è uno bravo.
ma bravo davvero.

ha messo in piedi la storia più strampalata e inverosimile che potesse venirgli in mente e l’ha trasformata in un libro che non si dimentica.

il primo approccio non è dei più felici.
troppe parolacce e baggianate da giovani hipster…ma vale la pena di avere pazienza e una volta superato il Paradiso la narrazione prende il via e non si ferma più.

135972523_447989c1la trama sembra essere molto semplice.

Dio, visti i disastri che gli uomini compiono in suo nome sulla terra, decide di rispedirci il suo unico figlio sperando possa trovare il modo di aggiustare le cose.

ma il Dio di Niven non è esattamente quello che ci si aspetta e tantomeno lo è Gesù.

l’autore ci regala due personaggi straordinari che fanno a pezzi tutti i luoghi comuni sulla religione.

con una intelligenza e una fantasia fuori dal normale, Niven  sviluppa una critica spietata a tutti gli integralismi e ai falsi miti tanto cari a noi umani e ci regala una visione della vita incentrata su valori più semplici, molto take it easy, che si rifà ad un unico comandamento: “fate i bravi”.

the_second_comingdi sicuro è un libro per chi ama la musica poichè lo impregna in ogni sua pagina ed è lei a regalarci le emozioni più forti con questo Gesù chitarrista ribelle e alternativo.

per me è stato un vero colpo di fulmine e quindi non posso che consigliarvelo spassionatamente !

buon week end di letture