chilometri in salute

007Il Grande Capo è arrivato all’anno della svolta !
Da sempre lo sento rimandare le cose sgradevoli al fatidico compimento dei 50 e ora che quella temuta data è stata raggiunta, l’elenco delle cose da fare mette quasi paura !
Al di là degli esami del sangue e del cambiare gli occhiali, quello che più mi piace e mi coinvolge è il bisogno di movimento.

Diciamo BASTA al divano, alla poltrona e alla sdraio.
Non lasciamoci intimorire dall’aria frescolina.

Armiamoci e partiamo...questo è il nostro motto duemilaesedici !parco febb (2)
parco febb (3)parco febb (12)parco febb (6)Va detto che nel mio immaginario (ma è ormai un immaginario che appartiene al mio passato ;) ) i parchi son stati fatti per andarsi a sedere sulle panchine con un buon libro e un po’ di cioccolata. Fine.

Ora però che ho preso coscienza del fatto che anche lo scrigno dei miei pensieri ha un valore e un’importanza, mi sono caduti gli occhi su quei simpatici cartelli che ti guidano a svolgere ridicoli esercizi ginnici lungo un bel percorso che si snoda infinito dentro il parco.

Hop, hop ci siamo detti io e il Capo, l’umiliazione degli esercizi in pubblico è un po’ troppo per la prima volta, espieremo con un triplo giro !

parco febb (1)parco febb (4)parco febb (5)parco febb (11)E così, pur essendoci stata un milone di volte, anche aggregandomi a delle visite guidate, ho scoperto che il Parco Miralfiore, è proprio un bel parco !

Al di là del suo nucleo più vivo e frequentato possiede una sorta di periferia sconosciuta ma bella.

parco febb (7)parco febb (8)parco febb (9)parco febb (10)parco febb (21)La zona delle gattare è inevitabilmente la mia preferita, soprattutto per l’incredibile varietà dei gatti che la popolano.

parco febb (14)parco febb (15)parco febb (17)parco febb (16)parco febb (18)Completamente nuovo per noi è stato invece l’approdo al fiume, che ci ha regalato immagini inedite da aggiungere alla mappa mentale di una Pesaro che in realtà conosciamo poco.

parco febb (20)parco febb (22)parco febb (23)parco febb (24)Ma la cosa più bella, di questa lunga camminata, è stata la constatazione di quanto ancora ci piaccia passare il tempo in due e delle mille prospettive che la neo-indipendenza dei nostri ragazzi ci regala.gffdfgBè…sempre tenendo conto che a casa ci sono un sacco di cose da fare…soprattutto dopo il passaggio di un simpatico corriere ;) !
werwerwerMa non è tutto rosa e fiori come può sembrare !

La settimana appena trascorsa è stata uno strazio di tosse e raffreddore che ci siamo passati a turno per poi ricominciare più volte il giro.

E’ stata la dolorosa scoperta del fatto che il mio bambino peloso si è fatto uomo e me lo ha fatto capire pisciando un po’ in tutti gli angoli di casa, tanto che appena mi si è riaperto il naso mi è venuto un colpo per la puzza che aleggiava.
Per non parlare poi delle serenate notturne.

Detto fatto, ho sintentizzato al massimo la solita manfrina che mi faccio ogni volta sui pro e i contro della sterilizzazione e mi son fiondata dal veterinario.
Il povero gatto Incognito detto Cogny è stato fulmineamente privato dei suoi attributi e attendiamo con ansia che gli ormoni che ancora ha in circolo finiscano la loro carica.coverA tirarmi su il morale ci ha pensato questo libro bellissimo che vi consiglio di cuore perchè vi regalerà un personaggio tanto insolito quanto indimenticabile, destinato ad accompagnarvi per molto tempo.

E con piacere mi rendo conto che grazie a questi scrittori miei coetanei, muniti di uno sguardo inusuale e prezioso, sto lentamente facendo pace con i romanzi italiani, banditi per lungo tempo dalle mie preferenze.

lrdg_grandeLa_Ricompensa_del_Gatto_Poster_Giappone_midMeno bene vanno le cose con la Ghibli che mi spaccia per evento ( facendomi pagare un salasso di biglietto ) un film bello ma troppo breve per approfondire temi e personaggi, e che mi costringe a sfogare il nervoso sul cibo spazzatura del Burger accanto al cinema.
51411Quello che ci vuole per far pace col Giappone è un film straordinario come Little Sister, che parla di sentimenti importanti con una freschezza e una ingenuità che solo gli orientali possiedono.
Vi straconsiglio anche questo !

Mi pare evidente che questa nostra svolta salutista ( ahahah…mi vien da ridere !) non può che partire camminando accanto a quelle che sono le nostre passioni di sempre e quindi sarà difficile che la voglia di movimento mi tolga dalle mani i libri o il biglietto del cinema…mi togliesse le troppe fette di torta questo sarebbe già abbastanza !

Buona Settimana !

…in questo mare

24 gennaio (17)12540700_931889106904748_1207211106499008211_nogni volta che la mattina metto piede fuori casa e mi ritrovo davanti un mondo ghiaccio ed ostile, cerco di trattenermi dal sacramentare e ripenso a questo simpatico schemino che la dice lunga su quello che non voglio diventare.
prendermi cura della bambina che sono stata e che ancora vive dentro me è uno dei miei obiettivi sacri e a costo di raschiare il fondo, un po’ di entusiasmo per lei lo riesco sempre a scovare.

24 gennaio (14)24 gennaio (12)24 gennaio (11)24 gennaio (13)24 gennaio (26)che in fondo basta superare quei primi tragici trenta minuti…poi scoppiano delle giornate così meravigliosamente soleggiate da lasciare senza fiato.

24 gennaio (1)24 gennaio (7)24 gennaio (27)è incredibile come ogni inverno io dimentichi completamente di vivere in una città di mare.
probabilmente il mio unico neurone buono pensa di stare ancora a Milano e quando lo trascino di fronte allo spettacolo del mare quasi non ci può credere che esista una cosa così bella.

24 gennaio (10)24 gennaio (9)24 gennaio (18)24 gennaio (21)24 gennaio (23)e la zona del porto, che è in assoluto la mia preferita, è anche quella che a parer mio racchiude gli scorci più belli.

24 gennaio (3)24 gennaio (4)24 gennaio (5)24 gennaio (2)24 gennaio (22)la figura del pescatore solitario è così affascinante che come al solito ho tentato di convincere il Capo a darsi alla pesca il più presto possibile ma non c’è stato niente da fare.

24 gennaio (19)24 gennaio (8)24 gennaio (24)24 gennaio (25)24 gennaio (29)24 gennaio (6)nemmeno Attilio ne ha voluto sapere.
ai miei uomini il pesce piace già bell’e pronto nel piatto e nulla gli importa dei sovrumani silenzi e della profondissima quiete :(

24 gennaio (15)24 gennaio (30)24 gennaio (16)io di mio, contravvenendo a qualsiasi imperativo di dieta, ma tenendo fede al buon proposito di migliorare negli impasti e nei lievitati, passo del gran tempo a seguire le evoluzioni dei miei golosi malloppi e dopo numerosi esperimenti condotti in prima persona posso affermare che sì, la cannella è una droga e crea una dipendenza dalla quale difficilmente ci si affranca ;)

24 gennaio (31)24 gennaio (32)017 (2)24 gennaio (34)24 gennaio (33)questi ultimi scatti invece mi son costati cari, che le modelle oggigiorno non si trovano tanto a buon mercato, ma volevo mostrare i miei ultimi lavori terminati perchè mi son resa conto che parlo tanto del mio sferruzzare ma poi non posto mai nulla di finito.
*Il primo è un collo fatto a tempo di record ma di grande effetto.
Corposo, caldo e non banale.
*Il secondo è il famoso Boxy, maglione scatola, che mi è venuto un capolavoro, tanto che dopo la sessione fotografica mi è stato sottratto per sempre dalla fanciulla, che ha constatato quanto fosse splendido e quanto le stesse bene [ cit.]
*Il terzo è il Viajante che mi piaceva un sacco nelle foto di Ravelry ma che a dire il vero non ho ancora mai messo perchè mi fa un po’ troppo vampira.
Alla pupa sta molto stretto…infatti i punti sul braccio non dovrebbero essere così tirati …e quindi ha subito scartato l’idea di farlo suo.

E’ una cosa che mi capita spesso quella di mettere da parte una capo appena fatto e innamorarmene poi l’anno successivo…speriamo capiti anche in questo caso perchè con tutta la fatica che mi è costato mi dispiacerebbe davvero lasciarlo nell’armadio.

nkora sto lavorando al Criss Cross della Isabell Kraemer ma la croce sulla schiena ho deciso di non farla perchè non è molto nel mio stile…invece il modello del cardigan, che sa un po’ di golfino rubato al nonno, mi piace tantissimo.simocome potete vedere io e miei aiutanti ci stiamo dando un sacco da fare !

Buona settimana !

le foto degli altri

988548_982841908416621_206068832384601564_nIl rientro dalle vacanze è stato particolarmente lento e drammatico.

Abbandonare i ritmi molli dei giorni senza tempo e senza pensieri è stato parecchio difficile, ma da bravi soldatini abbiamo rimesso la sveglia e siamo ripartiti.

IMG_7228Certo , lo strato di ghiaccio che mi aspetta sulla macchina la mattina non è un grande incentivo all’ottimismo ma farò l’abitudine anche a quello ;)

florence welch vogue may 2013 houseLa cosa che più mi inquieta in questo inizio d’anno è che non ho scattato nemmeno una foto.
Neppure una.

Di solito il distacco dalla mia macchina fotografica ( altresì detta la Gigia ) è indice di malattia o malessere.

Io sono di quelle che per guardare la vita hanno bisogno di una schermatura.
Il mirino della macchina, la pagina di un libro, il vetro della finestra.
Suppongo sia una questione di vigliaccheria, o forse di eccessiva sensibilità, non so.

Fatto sta che è come se mi fossi presa una vacanza da tutto… e me la sono anche goduta a dire il vero, ma adesso mi sembra di avere un vuoto alle spalle e non è una bella sensazione.
nor toma house bohemian sitting living roomNon ho fotografato niente, non ho scritto niente, non ho nemmeno avuto grandi idee.

out4Un inizio d’anno decisamente passivo,
non lo posso negare.

nor toma house bohemian dining roomMa pur non avendo nulla da raccontare e da mostrare, ho sentito che dovevo rimettere i piedi qui dentro per riprendere in mano la situazione.

kitchen emily katz at home bohemian homeE allora vi mostro qualche foto delle centinaia contenute nella mia cartella “Case”, rubate da svariati siti web e raccolte con dedizione e meticolosità per tornare a sfogliarle ogni qual volta mi prende l’incontrollato bisogno di progettualità.6a00d8341c469c53ef0191041d9a8d970cma ora che osservo in modo oggettivo quelle cho ho scelto, mi rendo conto che il mio è soprattutto un disperato bisogno di verde e di calore !

Bentornati !

fate i bravi

 

Noi ce ne andiamo un paio di giorni a Milano dai nonni.
( Il Capo però lo lasciamo a casa ad occuparsi dei quadrupedi ;) )

Auguro a tutti di trascorrere delle vacanze meravigliose,
piene zeppe di risate e pensieri frizzanti.

 

 

senza capo nè coda

Dicembre15 (9)Dicembre.
Intorno casa regna la desolazione delle foglie cadute e delle piante messe via.

Dicembre15 (8)Dicembre15 (7)Dicembre15 (6)Dicembre15 (5)Dicembre15 (4)fortunatamente in questi giorni c’è sempre stato un gran sole, che ha contribuito a rendere il tutto molto meno triste.

Dicembre15 (14)abbiamo avuto anche un bell’anticipo di vacanze, trascorso in parte a fare delle gran nanne dentro le lenzuola felpate e in parte a zonzo per mercatini tipici.

Dicembre15 (13)Dicembre15 (15)Dicembre15 (12)Dicembre15 (10)Dicembre15 (11)Dicembre15 (17)nelle foto di questo post è raffigurato l’abero di Fano che da queste parti ha suscitato qualche polemica per la sua presunta bruttezza ( ma mi sembra che anche a livello nazionale quest’anno il dar contro agli alberi di natale sia parecchio di moda ).

io ho trovato molto più brutte le cose messe in vendita nelle bancarelle della piazza, ma questo è un altro discorso e non mi macchierò di cattiveria proprio in questo periodo ;)

Dicembre15 (18)353453453534534543Dicembre15 (16)mi sono invece perdutamente innamorata di questo lampadario in stile gipsy che mi rimanda a tutta una serie di ambientazioni letterarie e cinematografiche che probabilmente andrebbero perdute una volta appeso al soffitto del nostro studio, ma ciò non toglie che si tratta di un oggetto bello di per sè e decisamente desiderabile.
non fosse per il prezzo e per l’oggettiva constatazione che più che illuminare fa quello che mia madre chiama “il  chiarino dei morti”.

ovviamente ora sto meditando di farmelo da sola ma sento che finirà con l’essere uno dei tanti progetti in coda da anni.

Dicembre15 (1)Dicembre15 (2)Dicembre15 (3)una cosa bellissima invece è che io e il Capo abbiamo preso la sana abitudine di piazzare i figli a cena dalla nonna la domenica sera per andarcene al cinema come due morosini.

il cinema d’inverno per quel che mi riguarda è abbastanza vitale e non m’importa poi molto di quale film si tratti, l’importante è andare a sentire quell’odorino, quel teporino…
fortuna che non t’importa direbbe il Capo, perchè in effetti abbiam beccato una serie di film parecchio deludenti, che ci hanno dato molto da discutere ma che cadranno ben presto nel dimenticatoio.

resta invece la sensazione bella del farsi scaldare le mani e del cercarsi con lo sguardo nella calca dell’atrio, consapevoli del fatto che essere innamorati proietta su ogni cosa la luce giusta.

Dicembre15 (22)Dicembre15 (21)Dicembre15 (20)Dicembre15 (19)c’è stata anche la consegna del mio auto-regalo di compleanno che consiste in un kit di incensi purissimi con i quali sto ormai da giorni fumigando tutta la famiglia.

credo sia già ampiamente trapelata la mia passione per i profumi che bruciano.
candele, incensi, conetti non mancano mai nel nostro salotto.
l’olfatto è fra tutti il senso che più ho affinato negli anni e che mi dà le gioie più grandi.

confesso però che ignoravo completamente le proprietà e le tradizioni che stanno dietro quella che viene chiamata l’arte della fumigazione.

me ne sono invaghita seguendo lo scrittore Aldo Nove su un social network e osservando il suoi quotidiani rituali legati agli incensi.

ora, ovviamente io sono lontanissima ( per adesso ;) ) dal trarre benefici intellettuali e fisici dall’esposizione a questo fumo miracoloso, ma lo trovo gradevole e insolito.
e comunque sto studiando.

un po’ meno sereni mi appaiono gli altri membri della famiglia, che girano col maglione tirato fin sopra il naso e sborbottano lamentandosi della nebbia che aleggia intorno alla tv.043che altro raccontarvi in questo post senza capo nè coda ?!

bè, di certo non ho posato i ferri e dopo aver prodotto a tempo di record lo scaldacollo per la bambina, aver finito le maniche del maglione ( prima o poi riuscirò a fotografarli, lo prometto ) mi sono buttata su uno scialle per me.

Square_medium2si chiama Kala ed è bellissimo !
io ho scelto un filato merino piuttosto grosso perchè volevo finirlo per natale, ma con tutti quei buchini son costretta a stare attentissima e a dire il vero non procedo spedita come vorrei.

concludo con un aneddoto che mostra in modo lampante quanto io sia ingenua e sprovveduta…
ultimamente mi è capitato spesso di sorprendere mia figlia a rovistare nel mio cesto da lavoro.
ho fatto finta di niente perchè mi aspettavo che venisse a chiedere il permesso di usare le mie cose per farsi qualcosa da sola…magari vuol fare un regalo handmade alle sue amiche, mi son detta.

invece niente.
ho scoperto che usa il mio righello forato
(questo qui per intenderci)accessori-di-lavoro-maglia-47099637per misurare il calibro dei piercing che usa per devastarsi le orecchie.

fatevi voi due conti su come sto messa !

la sacra settimana

34534534Quella appena trascorsa è stata la Sacra Settimana del Mio Compleanno !

Durante questa settimana, che ricorre purtroppo una sola volta l’anno, la sottoscritta si trasforma in una sorta di divinità assoluta, riverita e coccolata, alla quale tutto viene concesso col sorriso e la condiscendenza.

53534543Spero non penserete che io approfitti della situazione per costringere i miei famigliari a fare cose che non vorrebbero fare ?!

Giammai !

Erano tutti contenti di aspettare con me il countdown per l’accensione delle luminarie natalizie in piazza ;) !

( che tra l’altro quest’anno sono davvero bellissime )

345345345078081085088090Più impegnativa invece è stata la visita alla mostra di Steve Mc Curry che si tiene a Forlì.

L’allestimento purtroppo lascia un po’ a desiderare e ci ha costretti a lunghe attese, prolungando all’infinito il tempo della visita.

I ragazzi sul finire erano stremati ma a parer mio ogni disagio è stato ricompensato dal poter guardare molte delle mie foto preferite in grandi dimensioni. McCurry_ProcessionNuns72Steve Mc Curry è in assoluto il mio fotografo del cuore.
E non solo per la sua incredibile bravura nel trattare il colore e l’impostazione della foto.
Di lui mi piace soprattutto l’attitudine al viaggio, all’osservazione e l’amore immenso che ha verso i paesi asiatici.

etrerteterter095eteterteCerto, dice mia figlia, facile fare belle foto quando vai in posti come quelli.

E in effetti, come darle torto dinanzi alla desolazione di Forlì !

109108107103102100099124Eppure sembra incredibile, ma in una città così triste, tutti quelli con cui abbiamo avuto a che fare, erano allegri e gentili in un modo a dir poco contagioso.
Suppongo sia dovuto ad una sorta di compensazione.

119117e quindi, nonostante il poco che abbiamo trovato in giro per la città, anche Forlì si è guadagnata un posticino d’onore nel mio cuore.

ete45te020ma passando a cose più pragmatiche… ringrazio ufficialmente quel tesoro di mia cugina, che oltre a riempire ( come ogni anno del resto ) il nostro calendario dell’avvento di cose buonissime e golose, mi ha stupita con un regalo meraviglioso ! Il Manuale di Nonna Papera.
Ma non quello ripubblicato di recente, tutto lucido e con poca storia….no, trattasi di un’edizione originale degli anni settanta scovata in un mercatino grazie all’occhio vigile e attento che la contraddistingue !

Adoro questo manuale e lo terrò caro come una reliquia !

030il Capo dopo la dipartita del nostro amato Beppe si è azzardato a farmi dono di un nuovo bonsai.
si chiama Carmen ed è bellissima.
temo per la sua salute più che per quella dei miei figli.
passo le giornate gravitandole intorno e toccandole il vaso per capire se sente freddo.
non so se la mia condizione mentale sarà ancora ottimale alla fine dell’inverno.

etete0175184613634_63977dd227_zmia figlia invece mi ha fatto il regalo di chiedermi una cosa fatta a maglia da me !
ovviamente ho subito abbandonato le maledette maniche del maglione a cui stavo lavorando per buttarmi sulla rapida realizzazione di questo collo che io trovo fantastico !
Si chiama Stockholm Scarf.
Lo schema è gratuito e lo trovate qui.

il regalo che mi sono fatta da sola invece è ancora in viaggio…
e quando arriverà avrà un suo post esclusivo.

il posto di Dio

sinagoga (11)sono cresciuta in un ambiente cattolico di stampo bigotto, dove Dio era utilizzato come spauracchio castigatore persino dal prete.

la Chiesa non è mai stata un’istituzione accogliente ai miei occhi e me ne sono allontanta in fretta ma non ho mai smesso di cercare quel Dio di cui avevo bisogno per sentirmi sicura nel mondo.

ho studiato le fondamenta di tutte le religioni e in qualche modo mi sono sentita vicina ad ognuna di esse, anche alle più estremiste.

sinagoga (12)sinagoga (13)la mia ricerca è stata un lungo percorso evolutivo, che mi ha aiutata a fare pulizia dentro me stessa e mi ha indubbiamente guidata nelle scelte campali che hanno segnato le svolte della mia vita.

sinagoga (10)sinagoga (8)sinagoga (14)non parlo mai del mio Dio.
quando mi chiedono se sono credente rispondo di no perchè sono cosciente del fatto che quello in cui credo io è lontano anni luce dai canoni tradizionali.

il mio Dio non mi parla, non mi ascolta.
non è una persona a cui rivolgersi nella solitudine.
non è un burattinaio e nemmeno un distributore di grazie e miracoli.

il mio Dio non vuole niente da me.

perchè è un Mistero,
una presenza,
una sensazione che riesco a percepire solo a tratti.

non è una cosa che esiste ma è una cosa che accade
e mi fa dono di quella bellissima sensazione di pace e appartenenza che sta alla base di tutto ciò che penso e faccio.

sinagoga (9)nonostante questa mia personale presa di distanza, resto profondamente affascinata dalle religioni e dai loro rituali e mi sono sentita onorata di poter assistere ad un momento di preghiera ebraica nel giorno di apertura della Sinagoga.

nel dondolio dell’oratore, nel suo salmodiare ipnotico, nella forte sensazione di legame che si percepiva ho trovato qualcosa di mio, ed era qualcosa di bello.
sinagoga (6)sinagoga (7)sinagoga (5)e quel bello ce lo siamo poi portato a spasso con noi, nelle strade del centro che già si preparano al Natale.sinagoga (15)sinagoga (4)sinagoga (2)sinagoga (21)sinagoga (1)sinagoga (20)sinagoga (19)sinagoga (18)sinagoga (17)sinagoga (16)stare sola tra la gente è una delle cose che più amo fare.
mi piace osservare le persone, ascoltare i discorsi leggeri, sforzarmi di capire il dialetto.

mi piace la passione dei venditori e l’accanimento di certe vecchine in cerca di sconti.

mi piace anche quell’aria di festa e spensieratezza data dalle lucine e dagli addobbi, che a volte è solo un camuffare la paura, ma aiuta gli occhi a dimenticare le troppe immagini brutte.sinagoga (3)di fronte a certi miei momenti di riflessione ispirata i miei figli tendono a riportarmi con i piedi per terra e quegli stessi piedi mi invitano a muoverli rapidamente nella direzione del nostro ristorante preferito, il C’era una volta, che è un’altro di quei posti dove andare quando si ha bisogno di calore.

anche di calorie a dire il vero, visto che come dessert hanno una strepitosa  torta della nonna ;)

011
e con un’altra buonissima torta voglio lasciarvi.

Torta Nua con crema al cioccolato.
La ricetta la trovate qui ed è assolutamente da provare !

impressioni di novembre

3242424234234ho avuto una settimana di pensieri pesanti.

la mia amica dice che è colpa di questo autunno caldo e bellissimo.

io invece penso che se ci fosse stato pure cattivo tempo avrei finito con lo sbattere la testa nel muro.

dgdsgdsfgdsgdsfg086 (2)rtetertetert101sfd45werfsdmi sono macerata per giorni alla ricerca delle motivazioni che mi hanno portata ad avere una reazione sbagliatissima nei confronti di mia figlia e delle sue intemperanze adolescenziali.

perchè sul fatto che io abbia sbagliato non ci sono dubbi.

mi sono fatta prendere dall’angoscia e dalla rabbia e ho finito col non saper più gestire nè parole nè pensieri.

gdgdststerterdfgdtet565tdgdstertertergdgdgdsgdgrtè bastato un inciampo per mandarmi in crisi e questa è una cosa che mi preoccupa molto, soprattutto tenendo conto del fatto che siamo solo all’inizio !

ho fatto l’errore di attribuire a mia figlia la colpa delle mie preoccupazioni perchè mi spaventava troppo il dovermi guardare dentro per capire da dove venivano le mie paure.

erwerwrw4545ertssfsf111etertete536546pensando pensando sono arrivata alla conclusione che a terrorizzarmi sia innanzitutto il conflitto.

la paura che esso comporti la rottura del nostro legame speciale.

probabilmente finora li ho sempre evitati perchè mi porto già dentro tutti quelli irrisolti della me stessa ragazza che mi abita.

i miei conflitti adolescenziali erano una guerra che doveva terminare con un vincitore e un vinto, un trionfatore e un povero soldato ferito.
ovviamente il più delle volte a me toccava il ruolo della perdente e questo ha fatto sì che il rapporto con i miei genitori a lungo andare si logorasse.

io non voglio che la mia esperienza mi condizioni e mi domini e assolutamente non voglio che si ripeta.

423423432423ertetertretretre5wer45werwe5234234234rwerwesuppongo ci sia un modo positivo di risolvere i conflitti ma non avendolo mai interiorizzato faccio davvero fatica ad applicarlo.

per ora mi sono dovuta un po’ arrangiare, lasciandomi guidare dal buon senso, che ad un certo punto ha fortunatamente ripreso il sopravvento e mi ha cavata fuori da quello stato di angoscia in cui ero precipitata.

non so come mi sia potuto accadere di dubitare delle qualità di mia figlia (temo che la paura della sregolatezza sia in me parecchio forte) ma so che non accadrà più e questo mi rincuora molto.
rwerwerew011wrwrwrwrwresta il fatto che per quanto sia doloroso, non posso sottrarmi alla necessità di riaprire i miei conflitti sospesi e assolvermi una volta per tutte.

sento che sarà un lungo inverno.

sdfserma non preoccupatevi per me perchè ora non sono più triste e meditabonda e posso guardare con serenità agli incredibili giochi di luci e colori che ci regala questo novembre settembrino.

e posso rimettere in moto le mani, applicandomi ad una serie di mini progetti che rimando da tempo ma che ora sembrano giunti alla giusta maturazione.

stay tuned !

Buona settimana

delle gite, del bosco e del castigo

fossombrone (27)E anche quest’anno Ottobre ci regala delle belle domeniche per andarcene un po’ a zonzo nell’entroterra.fossombrone (1) fossombrone (42)fossombrone (41)fossombrone (33)A Fossombrone non eravamo mai stati.
Nonostante i numerosi pic nic estivi sulla sponda del suo fiume ( il Metauro), ancora non ci era saltato in mente di fare un giro fin su nel paese.

fossombrone (48)fossombrone (47)fossombrone (45)fossombrone (35)fossombrone (37)fossombrone (39)Si tratta di un paesino decisamente vintage, con un centro zeppo di contrasti tra antico e moderno…dove purtroppo l’antico sembra un po’ perdere la partita.

fossombrone (43)fossombrone (32)fossombrone (31)fossombrone (34)fossombrone (46)Ci sono un sacco di belle salite, coi portoni traboccanti di piante e fiori.
Palazzi abbandonati e fatiscenti.
Cortili meravigliosi impregnati di lavoro e di amore.

fossombrone (38)fossombrone (12)fossombrone (21)fossombrone (19)fossombrone (28)fossombrone (24)E immancabili  i gatti, che incrociando il nostro cammino ci fanno sentire a casa.

fossombrone (29)fossombrone (22)fossombrone (11)fossombrone (9)fossombrone (15)fossombrone (25)fossombrone (5)fossombrone (7)Inutile dire che la domenica sembra essere particolarmente cara ai Fossombronesi perchè a parte qualche famiglia nel ristorante dove abbiamo pranzato ed un esiguo numero di turisti come noi, in giro non c’era NESSUNO.
Ma nessuno proprio.
E nessun negozio aperto.
Nessun ciclista.
Nessun automobilista.
Nessun pedone.
Niente.
La quiete e il deserto.
Che per loro è sicuramente un bene ma per quelli che arrivano in visita fa un po’ effetto città fantasma.
nel bosco (2)nel bosco (4)nel bosco (3)Poco meglio ci è andata ieri, alla Fiera del Tartufo di Acqualagna, giunta quest’anno alla sua cinquantesima edizione.

Che dire.
Anche lì non ero mai stata e forse son partita un po’ troppo carica di aspettative.
Fatto sta che se non si è grandi appassionati di tartufo et similia, poco altro si trova con cui trastullarsi.
Dunque siam partiti con l’idea di starci tutto il pomeriggio e siam finiti per fuggire dopo neanche un’ora :(nel bosco (1)nel bosco (18)nel bosco (17)nel bosco (16)nel bosco (14)nel bosco (15)A salvarci il week end è stato il bosco.

Che quest’anno pare essere poco generoso con i fungaioli ma non si risparmia coi colori, i suoni e i profumi.
nel bosco (13)nel bosco (12)nel bosco (11)nel bosco (10)nel bosco (9)nel bosco (8)nel bosco (7)Mi ero ripromessa di non andarci più, per non saturare la famiglia con le mie passioni strambe.

Ma c’è come un richiamo che mi convince sempre ad andare a riempirmi gli occhi di colori autunnali.

Mia figlia, che per la prima volta in quattordici anni di esistenza è in punizione, non si è potuta tirare indietro e per non incappare nella mia ira funesta si è anche mostrata allegra e ciarliera davanti ad ogni singolo fungo incrociato per caso !nel bosco (6) cuobraviCredevo che nulla avrebbe mai potuto costringermi a diventare una madre punitiva.
Evidentemente nella vita poche sono le certezze, perchè dopo una fila di comportamenti anomali e compromettenti che mi hanno fatto salire il cimurro a livelli sconosciuti io proprio non ho potuto fare altro che dimostrare la mia rabbia con una punizione.
E il Capo con me.

Non so se si tratta del clima scolastico che sembra essere un po’ troppo scanzonato o di una fase propria di questa età critica, ma ho come l’impressione che ci aspetti un anno emotivamente durissimo…e io non so se sono pronta.
040Di sicuro i dispiaceri non mi tolgono la fame ;)
017006E nemmeno la voglia di fare.

Il Capo mi ha costuito una sorta di telaietto per mettere in forma le piastrelle che ora si sono unite in una stratosferica e perfetta coperta, di cui non ho foto finali ma che vi assicuro mi tiene compagnia quasi ogni sera, in un trionfo di morbidezza e calore.

CSC_1178_medium2Ora posso tornare alla maglia e al mio Boxy.
Un modello facile, veloce e copripanza ;)

Buona settimana di fuoco !

le cose serie

ottobre (2)Ieri sono stata a colloquio con una delle psicologhe che seguono mio figlio.

In linea di massima comincio a stare male una settimana prima di questi incontri, che hanno una cadenza periodica.

Penso a tutte le volte che mi sono ritrovata fantozzianamente seduta su quella seggiolina a sentirmi accusare di questo e di quello e alla devastazione che ne seguiva.

Perchè per quanto nessuno abbia il coraggio di dirlo, gli psicologi possono essere cattivi e brutali e hanno la tendenza a lanciare accuse e sentenze contro persone che conoscono appena, sulla base di schemi già pronti nelle loro agende.

Dopo dodici anni le cose sono cambiate.
Non ci sono più accuse e su quella sedia mi ci metto bella dritta, ma resta quel filo d’ansia, come di fronte ad un esame.

Ora le cose vanno bene.
Vanno così bene che presto diremo addio a molti di questi specialisti e quando guardo indietro e rivedo in modo obiettivo il nostro percorso non posso fare a meno di lasciarmi prendere dalle vertigini e poi di scoppiare dalla gioia.
ottobre (5)In questi ultimi mesi ho faticato parecchio a scrivere qua sopra, perchè mi sembrava ingiusto appuntare queste mie gioie mentre gran parte delle persone a me care viaggiava in odore di malattia, morte e disperazione.

Non dico nulla per scaramanzia,
ma credo di poter tornare a essere serena e a scriverlo, senza sentirmi troppo in colpa.
ottobre (7)In tutto questo caos di telefonate e bollettini medici, c’è stato comunque un qualcosa di magico e straordinario, che mi sbalordisce ogni volta che ci penso e che mi fa guardare alla vita in una prospettiva decisamente nuova.

Mio padre, che è un signore di ottant’anni e ha passato tutta la sua esistenza lavorando sodo, ricoprendo un ruolo decisamente secondario nella gestione della famiglia e nell’educazione dei figli… mio padre, che non ha mai manifestato grandi sentimentalismi e non ha mai scritto nulla più della sua firma sulle scartoffie burocratiche…bè, mio padre, dopo che si è comprato un telefonino per il verso, ha preso non solo a chiamarci ( cosa che prima non faceva MAI in quanto il telefono è prerogativa di mia madre ) ma ci manda lunghi e sgrammaticati messaggi d’affetto.

Ora io a questa cosa devo davvero abituarmi.
Le prime volte credevo fosse mio fratello a farci degli scherzi e questo rende l’idea di quando sia sensazionale questa cosa.

Non credo si tratti di qualche patologia senile.
E’ proprio che il mio papà vuole che i suoi nipoti sappiano che li pensa e gli vuol bene.
E per farlo si è messo giù di buzzo buono, coi suoi enormi ditoni, ad imparare come si scrive un messaggio su un telefono.
A ottant’anni.

Per me, che sono stata una figlia terribile, tutto questo sa di perdono e alleggerisce parecchio il mio fardello.
049Come potete notare dalle foto, tutto questo inaspettato buon umore mi mette fame di dolci !

Mia figlia ( quella che ha cominciato l’alberghiero ) ed io, in ritardo di un lustro rispetto al resto del mondo, abbiamo ufficialmente cominciato ad appassionarci alle trasmissioni di cucina e tutti i Venerdì ci spariamo Bake Off Italia, svegliandoci il giorno dopo con la voglia di mettere le mani in pasta.
Inutile dire che ho dovuto comprare delle tortiere più piccole e dimezzare le dosi, altrimenti la nostra svolta salutista dell’anno scorso andava definitivamente a farsi friggere !
ottobre (9)E fortuna che ci sono il tempo buono e il mio Capo a trascinarmi fuori per camminare e smaltire.
ottobre (6)Altrimenti, fosse per me, dopo l’arrivo di questo meraviglioso pacco mi limiterei giusto alla strada tra la dispensa e il divano !
ottobre (4)ottobre (3)E cosa ne pensate del mio nuovo fantastico cestino da lavoro ?!
Inutile dire che ne sono perdutamente innamorata !
Lo trovo di un bello superlativo e dentro ci sta tutto quello di cui ho bisogno.
ottobre (1)L’ho preso durante la vacanza a Torino e non ringrazierò mai abbastanza il Capo che spesso si è ritrovato a dovermelo badare mentre noi consumisti andavamo per negozi.006Ci ho messo anche questa borsettina presa al padiglione Vietnamita dell’Expo che è stata riconvertita a portagomitolo e svolge benissimo il suo lavoro!
ottobre (8)Avanti col week end !
Io e il mio fidato assistente siamo pronti !

Buon fine settimana.